migliore-bottarga-di-muggine

Introdotta dai Fenici ben 3000 anni fa, la bottarga (dall’arabo battarikh) è prodotta in diversi punti del Mediterraneo. Tuttavia, la migliore bottarga di muggine è quella  della laguna di Cabras, nella parte occidentale della Sardegna.

Il clima e le acque di questo angolo di paradiso rappresentano l’habitat ideale per il Mugil cephalus, il cefalo muggine. Le sacche ovariche delle femmine vengono estratte intere, salate ed essiccate. Circa tre mesi di aria e sole fanno poi il lavoro di trasformarle nel prezioso “oro sardo”.

Le Migliori Bottarghe di Muggine

Qual è la migliore bottarga di muggine?

La bottarga ti consente di dare un tocco di raffinatezza ai tuoi piatti. La puoi ad esempio grattugiare sulla pasta, sulle verdure e sulle uova, o la puoi tagliare a fettine sottili e condire con una spruzzata di limone e un goccio di olio extra vergine d’oliva, anche per realizzare fantasiosi antipasti. Insomma, si consiglia di usarla tutte le volte che il tuo budget te lo consente. È un modo semplice e veloce per far rendere veramente speciale un cocktail tra amici, una cenetta a due o un pranzo in famiglia nelle occasioni da ricordare.

Qui di seguito ti presentiamo le migliori bottarghe di muggine:

1. Mr. Moris Grey Mullet Bottarga – La migliore per grande formato

Con il suo inconfondibile gusto deciso che riecheggia il mare, questa bottarga è quel che ci vuole per personalizzare un antipasto sfizioso o un cocktail di classe. Il suo unico ingrediente aggiunto è il sale marino. La puoi utilizzare non solo per realizzare invitanti stuzzichini e bruschette, ma anche per arricchire insalate, verdure al forno, sughi e secondi piatti. È un prodotto Kisher ed è disponibile in diversi formati.

Caratteristiche chiave:

Completamente naturale, ha la sola aggiunta di sale marino

È prodotta in Italia

Ha un gusto deciso e delicato al tempo stesso

Specifiche:

Marchio: Mr. Moris

Tipo di confezione: scatola regalo da 220 g

2. Su Tianu Sardu Bottarga di Muggine – La migliore per produzione artigianale sarda

È una bottarga di alta qualità, frutto di un’accurata selezione delle materie prime e lavorata artigianalmente in Sardegna. Contiene esclusivamente uova di cefalo mugil cephalus e non ha conservanti artificiali: e tutto ciò che viene aggiunto in fase di produzione è il sale marino attinto dalle acque locali. Si avvale della certificazione Kosher.  si fa apprezzare per la sua elevata qualità. Per mantenere l’assoluta integrità del prodotto, viene confezionato in due buste separate.

Caratteristiche chiave:

È il risultato di un’attenta selezione delle uova di cefalo

Viene conservato sotto sale

Ha la certificazione Kosher

Specifiche:

Marchio: Su Tianu Sardu

Tipo di confezione:  due buste sottovuoto 100/130 g

3. Mr Morris Grey Mullet Bottarga – La migliore per praticità

Per impreziosire i tuoi piatti, non devi far altro che aprire il vasetto e distribuire “a pioggia” questa raffinata bottarga. Viene infatti proposta già grattugiata: in questo modo non ne sprechi nemmeno un po’! E una volta che hai ultimato le preparazioni, chiudi il vasetto con il suo coperchio: il prodotto manterrà intatto il suo raffinato gusto fino al prossimo utilizzo. È una proposta certificata Kosher.

Caratteristiche chiave:

Si può acquistare in vari formati

Grazie al coperchio apri e chiudi si mantiene intatto il gusto

È già grattugiata, pronta per l’uso

Specifiche:

Marchio: Mr. Moris

Tipo di confezione: vasetto in vetro da 40 g

4. Bottarga di Muggine Kosher Mr. Moris Gold Reserve Large – La migliore per qualità premium

Il prodotto nasce dalla scelta delle migliori uova australiane e viene prodotto in Italia. Ha un gusto inconfondibile, che richiama con naturalezza il mare da cui proviene. Dal gusto deciso, è un alimento pregiato, un piccolo “lusso” culinario da riservare per un pranzo o una cena speciale. È ideale per antipasti, insalate e primi piatti.

Caratteristiche chiave:

Viene prodotto con uova australiane

La confezione contiene una buona scorta di prodotto

Ha il gusto tipico del mare

Specifiche:

Marchio: Mr. Moris

Tipo di confezione: scatola regalo da 175 g

5. Su Tianu Sardu Bottarga di Muggine dalla Sardegna – La migliore per rapporto qualità prezzo

Questa bottarga è il risultato di un’accurata selezione delle materie prime (uova di cefalo mugil cephalus), sottoposte a lavorazione artigianale in Sardegna. Già macinata, è subito pronta per essere utilizza per caratterizzare le tue specialità culinarie. È certificata Kosher.

Caratteristiche chiave:

È proposta già macinata e subito pronta per l’uso

Viene conservata in sale marino locale

Interamente italiana, è certificata Kosher

Specifiche:

Marchio: Su Tianu Sardu

Tipo di confezione: sacchetto da 100 g

6. Su Tianu Sardu Bottarga di Muggine – La migliore per tappo salva freschezza

Ottenuta dalla salagione e dall’essiccamento delle uova di cefalo, viene prodotta con un procedimento artigianale lungo le coste della Sardegna. È già macinata e può essere quindi utilizzata immediatamente come ingrediente ricercato di una cucina raffinata. Grazie al suo tappo salva freschezza, mantiene il suo gusto intenso e il profumo delicato anche una volta che è stata aperta la confezione.

Caratteristiche chiave:

Non contiene conservanti e aromi artificiali

È già grattugiata

Ha la certificazione Kosher

Specifiche:

Marchio: Su Tianu Sardu

Tipo di confezione: vasetto in vetro da 70 g

7. Bottarga L’Oro di Cabras – La migliore per sottoposta a severi controlli di qualità

Priva di coloranti e conservanti, è una bottarga di muggine baffe di alto livello. I severi controlli a cui viene costantemente sottoposta garantiscono il mantenimento dei suoi elevati standard qualitativi in termini di freschezza e genuinità. Viene realizzata con un procedimento naturale di essiccazione.

Caratteristiche chiave:

Si tratta di un prodotto di elevato standard qualitativo

Priva di colorati e conservanti

Mantiene a lungo il suo raffinato sapore, anche quando viene aperta

Specifiche:

Marchio: L’Oro di Cabras

Tipo di confezione: sacchetto sottovuoto da 100 g

Che cos’è la bottarga?

bottarga

Se hai digitato nel web bottarga che cos’è e sei arrivato fin qui, è arrivato il momento di svelare il mistero. Si tratta della sacca ovarica prelevata dalla femmina del cefalo muggine, che viene salata, massaggiata per espellere sacche d’aria, quindi pressata ed essiccata. È una prelibatezza in tutto il mondo e risale ai tempi antichi. Era infatti una pratica molto diffusa fra i pescatori del Mediterraneo (ma non solo) di estrarre le sacche di uova di pesce, salarle e seccarle per produrre un alimento di base profondamente salato resistente al deterioramento.

Diversi tipi di bottarga

Ci sono alcune differenze tra i prodotti simili alla bottarga di culture diverse. I Greci sono soliti rivestire il loro avgotaraho con cera d’api, che funge da conservante. Il karasumi prodotto in Giappone e Taiwan non viene essiccato accuratamente come la bottarga italiana, e di conseguenza è un po’ più morbido (e spesso è anche coperto di cera per impedire un’ulteriore asciugatura). L’eoran, ossia la versione coreana delle uova di muggine grigie essiccate, viene stagionata con salsa di soia e cosparsa di sesamo mentre si asciuga.

C’è un’altra varietà di bottarga pesce che vale la pena menzionare, vale a dire la bottarga di tonno prodotta con le uova contenute nelle sacche ovariche di questo pesce. Ha un sapore un po’ meno meno raffinato rispetto a quello della bottarga di cefalo. Si caratterizza per una salinità più pronunciata e un sapore di pesce essiccato più forte. È più anche leggermente più morbida rispetto alla varietà di muggine, il che la rende più  difficile da grattugiare (può aiutare il fatto di lasciarla per qualche tempo nel congelatore).

Entrambi i prodotti li puoi trovare facilmente nella vendita online, come sempre a basso prezzo rispetto a quello che generalmente trovi sul mercato.

Come conservare la bottarga?

Un altro aspetto interessante della bottarga è che la puoi conservare facilmente per molti mesi, anche dopo aver aperto la confezione. L’unica accortezza, una vota terminato l’utilizzo, è quella di avvolgerla nella sua pellicola e di lasciarla al fresco in frigorifero.

Una parola su quella pellicola: è infatti la membrana che incapsula le uova di cefalo, che diventa torbido durante il processo di stagionatura e asciugatura. Anche se non è assolutamente necessario rimuoverla per consumare la bottarga, l’opinione degli esperti suggerisce di farlo: potrebbe rimanere intrappolata tra i denti. In generale, meglio fare come con il salame: si rimuove poco alla volta, giusto quel tanto che basta per consumare la quantità desiderata di bottarga.

Come utilizzare la bottarga?

Una volta rimossa l’involucro quel tanto che basta, sei pronto per utilizzare la bottarga come meglio credi. Puoi impiegarla come ingrediente di finitura, finemente grattugiato o sbriciolato su qualsiasi tipo di alimento,

Si rivela eccellente grattugiata sulla pasta, in particolare in preparazioni più semplici, come quella con aglio e olio. La trovi anche come ingrediente principe dei rinomati spaghetti con la bottarga.

È una squisita aggiunta per esaltare le note dell’umile uovo sodo o delle uova strapazzate ed è perfetto per accompagnare una semplice ciotola di riso bianco al vapore.

Lasciati guidare dalla creatività e non porre limiti alla fantasia. Eccola quindi protagonista raffinata di un purè di patate o grattugiata su asparagi grigliati o addirittura su una tartare di manzo.

Naturalmente la puoi gustare da sola, a fette sottili, condita con un po’ di olio extra vergine d’oliva, e una spruzzata di limone. Puoi anche andare in una direzione etnica, asiatica o mediorientale. La bottarga è stato apprezzata fin dall’antichità in tutto il mondo per via della sua versatilità. Sicuramente si abbinerà bene ai sapori di qualsiasi cucina, da quella messicana a quella tailandese.

L’unica precauzione è quella evitare di cucinare la bottarga. Puoi scaldarla delicatamente, ma dato il suo sapore delicato e il suo prezzo elevato (il costo bottarga in caso di prodotto di marca rinomata è pari a diverse decine di euro all’etto), sarebbe uno spreco, per esempio, soffriggere la bottarga grattugiata insieme a della cipolla.

Domande frequenti

🐟 Che sapore ha la bottarga?

La bottarga che trovi in commercio ha un sapore caratteristico. È intenso, salato come il mare da cui proviene e leggermente amaro. Ricorda per molti aspetti il caviale, e non c’è da meravigliarsi: la bottarga, come il caviale, è fatta di uova di pesce.

🐟 Per quanto tempo si può conservare la bottarga?

La bottarga è così facile da conservare che, a partire dal giorno del confezionamento, si può arrivare fino a cinque anni.

È sempre consigliato mantenere la confezione di bottarga al fresco, anche se non è strettamente necessario. Tuttavia, una volta aperta, è bene tenerla in frigorifero, avvolta in carta stagnola.

🐟 Quante calorie ha la bottarga di muggine?

Indicativamente, 100 grammi di bottarga di muggine apportano circa 373 calorie, costituite per il 62% da lipidi e per il 38% da proteine. Nel dettaglio, un etto di questo alimento contiene un’alta percentuale di proteine (35,5 grammi), di lipidi (25,7 grammi) e di acqua (30,5 grammi), insieme a 440 mg di colesterolo.

Dal momento che il procedimento di conservazione prevede l’impiego di sale, questo alimento è particolarmente ricco di sodio.

Conclusioni

Prodotta dal cefalo, e precisamente dalle uova contenute nell’ovario del pesce, la bottarga è una specialità che affonda le sue origini nella notte dei tempi. E oggi, la si ritrova come ingrediente principe di un’innumerevole varietà di piatti, a cui dona un tocco di esclusiva raffinatezza. La puoi gustare con i primi e con i secondi, perfetta negli antipasti e da assaporare anche da sola.

Abbiamo trovato molto pratica la bottarga grattugiata della Mr. Moris. Confezionata in un comodo vasetto con coperchio apri e chiudi, è disponibile in vari formati, tutti subito pronti per l’uso e senza alcuno spreco.

POSTA UN COMMENTO